Ricette,chiacchiere, pensieri, appunti di una strega e della sua gatta

giovedì 31 luglio 2008

Come riappacificarsi con la macchina del pane, ovvero:un PANFOCACCIA enorme!!!!

Era tanto tempo che volevo provare a fare un panfocaccia ma mi sono sempre detta " Con la farina di kamut e di farro non verrà mai,quindi è inutile provare a farlo...", inoltre da un po' di tempo avevo abbandonato la MdP al suo destino ( facevo sempre molta fatica a far uscire il pane dal cestello).
Poi ho preso il coraggio a 4 mani e mi sono buttata...ed ecco qui il risultato:



Bello vero ?
( emh, la foto un po' meno, lo so...accontentatevi :-)

Cmq, per farlo ho usato:
260 gr di acqua
100 gr di olio evo
1 cucchiaio di zucchero
3 cucchiaini di sale
300 gr. di farina 0 di kamut
300 gr. di farina 0 di farro
8 gr. di lievito fresco

Ho messo gli ingredienti nel cestello nell'ordine sopraindicato,impostato il programma " pane francese" crosta chiara, peso 750 gr....
Buonissimo!!!!

...beh, una parte in questa riconciliazione ce l'ha avuta anche il caldo...e chi ce la fa ad accendere il forno con questo caldo !!!!!

9 commenti:

Danone ha detto...

Brava, come al solito.
Ciao

marinella ha detto...

Che bello, pensa che io invece ultimamente non riesco più a fare un pane decente, vengono tutti bassottelli, non capisco perchè non lievitano come prima, comincio a pensare che la mia macchina inizi a fare i capricci, eppure impasta, cuoce ecc...

miciapallina ha detto...

Proprio proprio bello il tuo panone!
Ricettina che proverò senz'altro appena torno dalle vacanze!

nasinasi ronronanti

Nicoleta ha detto...

Carino il tuo blog e anche le ricette. Due piccoli premi ti aspettano ,se ti fa piacere a ritirale, vai qui


http://agendadinico.blogspot.com/2008/08/meme-contro-labbandono-e-premio.html

Ciao!
Nicoleta

whitewillow ha detto...

Per Danone:
grazie!!!Ma il merito va tutto alla macchina del pane..io mi sono limitata ad inserire gli ingredienti ;-)

whitewillow ha detto...

Per Marinella:
Anch'io avevo lo stesso problema,il pane, a fine lievitazione,si " sedeva sempre...ho sempre dato la colpa alle farine che uso ( in genere farro e kamut e spesso integrali)...poi, cercando in rete ho letto che con queste farine occorre un pochino più di acqua e vanno allungati i tempi di lievitazione.In effetti,per il panfocaccia aggiungo sempre un goccio d'acqua durante la fase d'impasto.
Vedrò cosa succede usando farina integrale,poi ti faccio sapere.

whitewillow ha detto...

Per Miciapallina:
beh,che dirti! Grazie e buone vacanze ( ho letto del viaggio in moto)!!!!
Ti aspetto al ritorno..
tanti ron ron da me e Nina ( lei non manca mai !!!!)

whitewillow ha detto...

Per Nicoleta:
wow!!che emozione!!!Il mio primo premio da foodblogger o quasi.
Ti ringrazio per i complimenti !!!

Anonimo ha detto...

Ho provato a fare la tua ricetta, prima dimezzando le dosi e poi con le dosi che hai indicato tu, ma il mio risultato è sempre lo stesso: mi viene una panfocaccia anemico, ho provato a farlo cuocere un pochino di più ma va a finire che ai lati si cuoce troppo mentre la parte superiore rimane sempre bianchiccia, succede anche a te?
p.s. è sottinteso che il gusto è veramente ottimo io ho provato ad aggiungere una volta delle olive a pezzetti e un'altra del rosmarino