Ricette,chiacchiere, pensieri, appunti di una strega e della sua gatta

domenica 13 gennaio 2008

Almanacco del giorno: S.Ilario

S.Ilario è il patrono di Parma
La tradizione narra che un calzolaio, vedendo S.Ilario attraversare scalzo Parma, in una fredda giornata di neve, gli regalò un paio di scarpe. Il giorno dopo S.Ilario, per ringraziare l'uomo del suo gesto, gli fece trovare davanti alla bottega un paio di scarpe d'oro.
Da quel giorno i parmigiani festeggiano il santo patrono con biscotti e dolcetti a forma di
polacchino ...le famose

SCARPETTE DI S.ILARIO



PER LA FROLLA:

200 gr di farina ( io ho usato quella di kamut)
50 gr di maizena
125 gr di fruttosio ( o zucchero, se lo preferite)
2 uova (1 intero e il tuorlo dell'altro)
75 gr di margarina di soia ( o burro)
1 bustina di vanillina
la buccia grattugiata di un limone

PER LA GLASSA:
zucchero a velo ( sono andata a occhio)
codine di zucchero
colorante da pasticceria ( facoltativo)


Prima di tutto ho fatto ammorbidire la margarina a temperatura ambiente.
Poi, ho impastato ( nel robot) tutti gli ingredienti per la frolla ,usando però 1 uovo intero e dell'altro il solo tuorlo ( l'albume servirà per la glassa).
Quando il composto è risultato compatto, ho avvolto il tutto in carta da forno e l'ho fatta riposare in frigo per 30 minuti.
Nel frattempo ho acceso il forno a temperatura media ( circa 160°).
Trascorsi i 30 minuti ho steso la pasta e l'ho tagliata in modo da formare tanti polacchini
Li ho spennellati con l'albume rimasto.
Ho adagiato i biscotti su una teglia ricoperta di carta/forno e li ho fatto cuocere per 30 minuti circa ( a temperatura media)
Intanto , ho formato una glassa con acqua e zucchero a velo e ha cottura ultimata li ho coperti con la glassa e decorati con le codine.

Certo, i miei sono moltooooooo più rustici di quelli che si vedono nelle pasticcerie, ma sono altrettanto buoni...e poi,non potevo esimermi dal pasticciare in cucina ! ;-)

1 commento:

Daniela ha detto...

Sicuramente da provare...
Brava